Reperti organici

  • novembre 8, 2013
800 532 Le navi antiche di Pisa

I reperti organici

I reperti in materiali organico (legno cuoio, pellame, fibre vegetali) sono estremamente delicati dal punto di vista conservativo. Man mano che vengono messi in luce durante lo scavo, devono essere mantenuti con un contenuto di umidità pari a quello che avevano prima di essere scoperti, fino al momento della loro definitiva asportazione. Allo stesso modo devono essere protetti il più possibile dalla luce, per impedire il proliferare di agenti biotici (funghi, batteri) che ne accelerano il degrado.
Questi reperti, durante le fasi iniziali di scavo, sono sottoposti a un primo lavaggio con acqua. In questa fase è opportuno prelevare campioni necessari alla corretta individuazione del materiale, spesso non facilmente definibile in fase di scavo. I reperti sono asportati avvolgendoli in un rivestimento di vetroresina che protegge e sostiene il materiale degradato e fragile che consente, tramite opportuni fori, l’imbibizione dell’oggetto.
Questi delicati reperti vengono quindi adagiati in vasche, in attesa di essere definitivamente restaurati per la futura esposizione.

[portfolio_slideshow id=16]

Organic finds

Organic finds (such as wood, leather, hides and plant fibres) are extremely delicate from a conservative point of view. As they are unearthed during the excavation, they must be set aside at the same level of humidity as before they were found until they are removed from the site. They must be kept out of the light as much as possible, in order to prevent the proliferation of biotic agents, such as fungi and bacteria, which speed up decay.
During early excavation stages, these finds are washed with water. At this point, samples should be taken so that the material can be identified correctly, often not easily definable during excavation. The finds are removed by wrapping them in a fibreglass covering, which protects and supports the fragile and decayed material, allowing the object to imbibe through suitable holes.
These delicate finds are then arranged in basins, awaiting restoration for future display.